Pages Menu
Categories Menu

Scritto on 1 Mar 2017 in Marathon | 0 commenti

Gazzetta: Sasso vuole il record a Barcellona

Gazzetta: Sasso vuole il record a Barcellona

afumi su Gazzetta.it annuncia la prossima impersa di Gianni Sasso. A Rio 2016, Gianni Sasso ha preso parte ad un evento storico: la prima volta della multidisciplina alle Paralimpiadi. E siccome l’ischitano ha dimestichezza con gli appuntamenti che lasciano il segno, ha deciso di dare appuntamento al 12 marzo per una giornata da record. Alla maratona di Barcellona, l’azzurro del paratriathlon cercherà di battere il primato del mondo dei 42 km, record che già gli appartiene ma è datato 2012. PROVA ESTREMA “Dopo l’emozionante esperienza olimpica di Rio 2016 nel paratriathlon, ho deciso di tornare alla prova estrema di una maratona con una sola gamba e l’aiuto delle mie stampelle – ha detto Sasso che ha corso la Mezza di Napoli come test verso la maratona –. Ho già stimolato l’attenzione di tanti supporter, primo fra tutti il Presidente del Cip Luca Pancalli che mi ha inviato una bella lettera per esprimere il suo sostegno a questa mia iniziativa”. “A Rio ero rimasto piacevolmente sorpreso dal suo entusiasmo entusiasmo e dalla tua capacità di essere positivo e...

Read More

Scritto on 27 Feb 2017 in In evidenza, Marathon | 0 commenti

Quinta Maratona per Sasso: Barcellona!

Quinta Maratona per Sasso: Barcellona!

L’atleta ischitano, amputato alla gamba sinistra e reduce da Rio2016 nel paratriathlon, a marzo correrà la sua quinta maratona con le stampelle. Pancalli (CIP): “Un uomo unico come le sue sfide”. Domenica 12 marzo in Spagna, Gianni Sasso proverà a scrivere un nuovo capitolo della sua incredibile storia umana e sportiva. Non l’ha fermato in adolescenza un’amputazione a causa di un incidente, né si è accontentato di aver realizzato, a 46 anni, il sogno olimpico: Sasso alza ancora l’asticella e punta ad un nuovo grande obiettivo. Detentore del Record del Mondo di Maratona, corsa con le stampelle, il campione isolano sarà al via della 39esima edizione della Zurich Maratò Barcelona: 42 chilometri e 195 metri lungo le strade della città catalana che sarà teatro del tentativo di abbassare le 4h.28’38”, record stabilito ad Amsterdam nel 2012. Seguito quotidianamente negli allenamenti dal tecnico Emmanuel Scotto d’Abusco, che sarà con lui al via, Sasso affronterà la gara di Barcellona insieme ad altri sei amici: Antonio Russo, Marco Calise, Giuseppe Iacono, Mirco...

Read More

Scritto on 3 Feb 2017 in In evidenza, Marathon | 0 commenti

Gianni Sasso riparte da..Napoli

Gianni Sasso riparte da..Napoli

Articolo di Pasquale Raicaldo su Repubblica.it Da Rio a Napoli, eroe in stampelle. Gianni Sasso riparte dalla mezza maratona. L’atleta paralimpico, che perse una gamba a 16 anni, in gara domenica aspettando Barcellona: “A marzo gareggio per il record del mondo” I traguardi diventano punti di partenza. Un obiettivo tira l’altro. E’ così da sempre, per Gianni Sasso. Aveva appena 16 anni, quando un tragico incidente gli cambiò la vita: rotolò sull’asfalto, vide sfuggirgli la gamba. Un dolore atroce. Era una promessa del calcio, nella sua Ischia: dovette ricostruirsi un futuro. Senza mai voltarsi indietro: “Non c’è tempo per i rimpianti”. E senza rinunciare ai suoi sogni. L’ultimo lo ha coronato a settembre, prendendo parte alle Paralimpiadi, disciplina triathlon: nuoto, corsa e bici, tutto senza una gamba. Oggi riannoda il filo dei ricordi: “Resta una cosa enorme, quell’esperienza: ne conserverò per sempre le singole emozioni, l’attenzione dei media, la vetrina mondiale. Ma non potevo fermarmi, non io: voglio migliorarmi sempre. E ripeto: non supero gli ostacoli, ma vivo ogni...

Read More

Scritto on 22 Nov 2016 in Marathon | 0 commenti

Sasso alla “mezza” di Caserta

Sasso alla “mezza” di Caserta

Dopo un paio di settimane di allenamento, di nuovo con le stampelle, domenica 20 novembre Gianni Sasso, con Emmanuel e  Michele della Cicliscotto, ha partecipato Mezza Maratona Internazionale Reggia Reggia. Bella (e faticosa) giornata di sport: 21 km per vedere come reagiva il fisico dopo 3 anni di protesi. In uno scenario eccezionale e con una accoglienza bellissima, i 21,098km sono stati chiusi per Sasso in 2h17’47”: una gara con diverse salite affrontata dopo solo 2 settimane di allenamento. Un buon riscontro che accende una nuova idea nella testa del campione isolano. “Grazie a Emmanuel e Michele della Cicliscotto abbiamo scelto di testare l’attività sulle stampelle dopo anni di protesi – ha detto Gianni Sasso a fine gara – Passate le Olimpiadi ho ricominciato ad usare le stampelle per giocare a calcio e provare a correre come facevo prima. Fermo proprio non riesco a stare e ora abbiamo in testa qualcosa di grosso nei prossimi mesi“. Vediamo cosa ha in mente il leone ischitano: di sicuro lo vedremo sempre più spesso allenarsi lungo le strade della sua amata isola e presto ci...

Read More