Pages Menu
Categories Menu

Scritto on 18 Mar 2015 in Altro, In evidenza | 0 commenti

Repubblica e Serie A per Gianni Sasso!

Repubblica e Serie A per Gianni Sasso!


La pagina Facebook della Serie A Tim pubblica una foto di Gianni Sasso con gli hastag #ilcalcioèdichiloama e #respect. L’ “effetto Sasso” si vede subito: 10.777 like, 423 condivisioni, oltre 300 commenti. E il sito di Repubblica riprende la sua storia!

seriea_repubblica
Quando lo sport fa superare ogni ostacolo, la storia di Gianni, uomo immagine della passione per il calcio

Ha perso una gamba in un incidente stradale. Ma non si è arreso. E adesso il profilo Fb della serie A gli dedica un post con gli hashtag #respect e #ilcalcioèdichiloama

di PASQUALE RAICALDO

E’ un ischitano doc il calciatore amputato che il profilo ufficiale della “Serie A Tim” ha scelto per promuovere, in queste ore, i messaggi #IlCalcioèDiChiLoAma e #Respect. Si chiama Gianni Sasso e la sua è una storia di tenacia e passione, di ostacoli da superare. Grazie all’amore per lo sport.

Classe 1969, nato a Forio, Sasso ha subito nel 1986 un incidente che ha portato all’amputazione di una gamba: la vespa sulla quale viaggiava fu travolta da un’auto: «Ma non ho mai rinunciato a nulla. Grazie a una famiglia forte, ai miei amici. Alla voglia di superare ostacoli che nella realtà non esistono. Compresi i pregiudizi. Ecco, il messaggio più forte può essere questo: bisogna imparare a vivere affrontando le difficoltà con la consapevolezza che è possibile superarle. Credendo in se stessi».

Così, ha partecipato all’ultima spedizione in Messico della Nazionale di calcio per amputati, un momento storico per lui e per l’intero movimento: «E’ stata un’esperienza bellissima: rappresentare un’intera nazione, lanciando un messaggio affinché chiunque superi l’ostacolo. O meglio: non lo consideri». Ed è questo il messaggio che il profilo ufficiale della “Serie A Tim” ha inteso diffondere, pubblicando uno scatto di un contrasto di gioco tra Sasso e un avversario, durante una sessione di allenamento a Gabicce prima di una partita della Nazionale contro la Francia. Sono fioccati i “like” (migliaia) e le condivisioni.

«Il mio segreto – spiega l’atleta isolano – è vedere sempre il bicchiere mezzo pieno. Io, per esempio, sognavo di giocare a calcio ad alti livelli. Sono riuscito a farlo con le stampelle, a livello amatoriale. E ho rappresentato con orgoglio l’Italia ai campionati del mondo, grazie al CSI e a chi ha creduto in questo sogno».

Icona di abnegazione, sportivo a 360 gradi, già podista affermato e detentore del record del mondo conquistato, nella sua categoria, alla Maratona di Chicago, nel 2009, e perfezionato ad Amsterdam nel 2012, Sasso ha già una nuova sfida dietro l’angolo: arrivare alle Paralimpiadi di Rio de Janeiro. La disciplina è il paratriathlon, il lungo cammino di avvicinamento è iniziato in Sudafrica e in Australia. «La passione è il colore della vita», recita il claim di “Serie A Tim”. «E’ proprio così – conferma l’atleta isolano – e la mia è lo sport. Sempre e comunque, nonostante tutto».